Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa

Si inaugura sabato "La Vittoria di Samotracia" . E si presenta il primo catalogo che coinvolge anche il MAB.

17 dic 2008

"La Vittoria di Samotracia" della scultrice milanese Maria Cristina Carlini è il nuovo e significativo simbolo del centro storico di Cosenza del quale - per la sua collocazione in p.zza Valdesi - rappresenterà il prezioso biglietto da visita.

L'opera d'arte - donata dall'Istituto Nazionale d'Arte Contemporanea - sarà ufficialmente inaugurata e consegnata alla città sabato 20 dicembre alle ore 16,00 alla presenza della scultrice, del Sindaco di Cosenza Salvatore Perugini e dell'assessore Maria Rosa Vuono, che ha ben presente come la valorizzazione del centro storico - che è una delle sue deleghe assessorili - passi anche attraverso l'arte.

"Un centro storico è eterno così come eterna è l'opera d'arte - afferma l'ass. Vuono. Sono lieta che la sinergia tra il mio assessorato e la Biblioteca Nazionale, iniziata con mostre documentarie legate alla vocazione produttiva di Cosenza, approdi oggi ad un risultato tanto più significativo per la città che può preludere ad un nuovo  itinerario artistico". 

È un percorso iniziato due anni fa quello che oggi culmina nella donazione di questa monumentale scultura. Nasce dalla presenza a Cosenza del Presidente dell'Istituto d'Arte Contemporanea, dalla  giusta percezione che la città dei Bruzi ha una vocazione culturale che la rende palcoscenico ideale di  opere artistiche. Il progetto della "Vittoria di Samotracia" viene dunque pensato per Cosenza e l'opera subisce - nel suo percorso realizzativo - una inevitabile evoluzione legata allo studio del contesto scelto per ospitarla.

Sempre sabato prossimo, terminata l'inaugurazione in p.zza Valdesi, questa evoluzione ed il percorso artistico di Maria Cristina Carlini saranno raccontati in una interessante mostra allestita per l'occasione nei locali della Biblioteca Nazionale, guidata da Elvira Graziani. Qui saranno presenti anche il critico d'arte Giovanna Barbero ed Anselmo Villata, Presidente dell'INAC. Con loro i progettisti dell'intero evento, gli architetti Luigi Lavorato e Simona Leone.

Testimonianze importanti, occasione unica per entrare nel mondo scultoreo di Maria Cristina Carlini. Della sua serie di "Grandi Opere" - destinate a grandi città come Milano, Roma, Strasburgo, Parigi, Madrid, e oggi anche Cosenza -  Gillo Dorfles, autorevole testimone delle vicende artistiche del 900,  parla come di "un punto fermo nell'inquieto panorama dell'arte dei nostri giorni".

Il catalogo de "La Vittoria di Samotracia", curato da Verso l'arte Edizioni, illustrerà anche il MAB.