Home Page » Canali » Archivi » Notizie » lettura Notizie e Comunicati

Resterà aperto il Punto Nascita del Sacro Cuore. Franz Caruso: " Bene il passo indietro della struttura commissariale che ha riconosciuto l'errore inizialmente commesso".

Franz Caruso
13 giu 2024

“Resterà aperto il Punto Nascita del Sacro Cuore a Cosenza. E’ questa una bella notizia che mi piace festeggiare perché risponde alle esigenze di tante donne, future mamme, della nostra città dell’intera area urbana e dei paesi contermini”. E’ quanto afferma il sindaco Franz Caruso apprendendo la notizia data direttamente alla stampa dal proprietario della clinica del gruppo iGreco a seguito di un incontro con il sub commissario alla sanità calabrese.
“La struttura commissariale – prosegue il sindaco Franz Caruso – è tornata indietro rispetto alla scelta di chiusura  inizialmente prevista dal decreto di riordino della rete ospedaliera, comprendendo, evidentemente, le giuste  proteste che sono state portate avanti nei mesi e nelle settimane scorse dall’associazione MammacheMamme. Una protesta che ho immediatamente sostenuto ed affiancato, non facendo mancare il mio contributo ad una battaglia combattuta civilmente e con coraggio, che oggi possiamo dire di aver vinto a garanzia del diritto alla salute di tante mamme e dei loro nascituri. La soppressione del punto nascita del Sacro Cuore, struttura accreditata e convenzionata con il SSN, avrebbe, infatti, portato al collasso il reparto di Ostetricia dell’Annunziata, già in forte affanno ed oberato di lavoro, anche e soprattutto per via della forte e cronica carenza di personale. Per fortuna ciò è stato evitato. Esprimo, dunque, apprezzamento per il passo indietro fatto dalla struttura commissariale e dal presidente Roberto Occhiuto, augurandomi  che la stessa cosa possa avvenire per la terapia Intensiva Pediatrica, inopinatamente chiusa con il DCA n.69 della Regione Calabria del 14 marzo scorso, e con il pronto soccorso pediatrico non ancora codificato. Ciò per interrompere il percorso messo in atto di depotenziamento dell’offerta sanitaria nel cosentino”.
 

Autore: Cinzia Gardi