Home Page » Canali » Archivi » Notizie » lettura Notizie e Comunicati

Centro Rat-Teatro dell'Acquario. Il sindaco Franz Caruso " Sono soddisfatto dell'azione portata avanti che recupera un patrimonio importante alla città"

conferenza Rat
22 set 2022

“Grazie ad una importante e fondamentale sinergia tra pubblico e privato è stata data a Cosenza la possibilità di vivere nuovi ed esaltanti momenti culturali prodotti dal Centro Rat-Teatro dell’Acquario ed a tanti giovani cosentini l’opportunità di formarsi in questa straordinaria palestra artistico/teatrale operante già da oltre 40 anni per la felice intuizione del compianto amico Antonello Antonante”. E’ quanto ha affermato il sindaco di Cosenza, Franz Caruso, nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto di salvaguardia e tutela del Centro Rat- Teatro dell’Acquario, svoltasi questa mattina nel Salone di Rappresentanza di Palazzo dei Bruzi, moderata dal portavoce del Sindaco, Francesca Perrelli, ed a cui hanno partecipato Carlo Antonante Bugliari e Lulla Garofalo, rispettivamente direttore artistico e direttore organizzativo del centro Rat. In sala è stato presente anche Pino Citrigno della ditta CGC Sale Cinematografiche srl,  che condividerà con il Centro Rat  la struttura del Cinema Teatro Italia-A.Tieri, di cui ha vinto il bando per la gestione.

“Ringrazio Pino Citrigno– ha proseguito il sindaco Franz Caruso – che ha manifestato grande sensibilità per la problematica, consentendo una collaborazione che io ritengo di grande rilievo e che pertanto mi auguro si possa realizzare in altri ambiti ed in altri settori con tutte le forze positive e sane della nostra città. Consentire il prosieguo delle attività al Centro Rat significa infatti tutelare un presidio culturale, ideato da un uomo e da un’artista brillante ed innovatore, qual era Antonello Antonante, che Cosenza non poteva perdere. Sono soddisfatto dell’azione portata avanti che recupera, per come detto, un patrimonio importante alla città, ma anche perché, per quanto mi riguarda, si tratta di un altro impegno assunto in campagna elettorale e mantenuto, perché la problematica dell’Acquario risale al giungo 2021”.

Il centro Rat-Teatro dell’Acquario avrà a disposizione due strutture. Al Chiostro di San Domenico saranno ospitate le attività di ufficio, di organizzazione e di formazione, mentre al Cinema Teatro Italia-Tieri si terranno gli spettacoli e le rappresentazioni teatrali. A tal fine il Rat, Pino  Citrigno e gli uffici comunali stanno definendo la condivisione di un programma adeguato che subirà una sospensione quando inizieranno i lavori sulla struttura previsti in Agenda Urbana, presumibilmente nei primi mesi del 2023.

Contento per la soluzione messa in campo dall’Amministrazione Comunale, Carlo Antonante Bugliari  ha ringraziato il sindaco, Franz Caruso e quanti, insieme a lui, hanno speso le propri energie per  sostenere il Centro Rat nel particolare momento di criticità: il vicesindaco Maria Pia Funaro, il consigliere delegato alla cultura, Antonietta Cozza, i consiglieri comunali Francesco Turco  e Francesco Alimena, il dirigente del settore Giuseppe Bruno e la funzionaria Annarita Callari.

“L’idea di politica culturale del sindaco Franz Caruso – ha detto Carlo Antonante Bugliari- è molto vicina alla nostra e si basa proprio su queste sinergie tra pubblico e privato. In ciò siamo stati, Antonello è stato, antesignani perchè nel 1976 chiedemmo all’allora sindaco di Cosenza l’utilizzo del Cinema Teatro Italia”.

 “Con Franz Caruso – ha concluso Antonante Bugliari - siamo passati dalla teoria alla pratica, dalle parole ai fatti e di certo se ne gioverà Cosenza e l’intera sua comunità”.

La conferenza stampa è stata conclusa da Lulla Garofalo che ha presentato il programma di attività che partiranno Lunedì 10 ottobre 2022 e che prevedono ben dieci corsi.

“Per saperne di più ha affermato Lulla Garofalo – invito tutti a partecipare domenica prossima, 2 ottobre, all’open day dalle ore 16,00 in poi, al Chiostro di San Domenico. Ebbene si, non più al Teatro dell’Acquario ma al Chiostro di San Domenico, nella straordinaria cornice di un luogo storico e suggestivo che si presta magnificamente alla formazione e da cui riprenderemo il nostro percorso con la solita passione e abnegazione”.

Autore: Cinzia Gardi