Comune di Cosenza

La Giunta comunale intitola strada a Giovanni Palatucci, il "questore giusto". La soddisfazione del Consigliere Francesco Spadafora

Duomo
Cittą di Cosenza
Notizie
Home Page » Canali » Archivi » Notizie » lettura Notizie e Comunicati
.
La Giunta comunale intitola strada a Giovanni Palatucci, il "questore giusto". La soddisfazione del Consigliere Francesco Spadafora
il questore giusto giovanni palatucci
11-02-2015


La Giunta comunale, presieduta dal Sindaco Mario Occhiuto, ha deliberato, su proposta del Presidente della Commissione consiliare Urbanistica Pierluigi Caputo, l’intitolazione di una strada della città a Giovanni Palatucci, il poliziotto di origini irpine, già vice commissario aggiunto di pubblica sicurezza e reggente della Questura di Fiume sino al 13 settembre 1944, dai più conosciuto come il “questore giusto”.
La sua figura è ricordata soprattutto per essersi adoperato per salvare oltre cinquemila ebrei dai campi di sterminio nazisti, prima di essere arrestato dai tedeschi delle SS e internato nel campo di concentramento di Dachau, dove morì di stenti il 10 febbraio 1945.
A Giovanni Palatucci la Giunta comunale ha deciso, con una variazione di toponimo, di intitolare la strada prima denominata via Santa Teresa, adiacente all’omonima Chiesa, tra Piazza Santa Teresa e via Riccardo Misasi. Una scelta determinata anche dal fatto che nelle immediate adiacenze ha sede la Questura di Cosenza.
Soddisfazione per la decisione della giunta è stata espressa dal Consigliere comunale di Forza Italia Francesco Spadafora che per primo, insieme al Presidente della Commissione Urbanistica Pierluigi Caputo, aveva proposto all’esecutivo l’intitolazione di una strada cittadina alla memoria di Giovanni Palatucci.
A sollecitare il provvedimento era stato anche il referente del Comitato provinciale “Palatucci” di Cosenza, Angelo Cosentino, sostituto commissario di pubblica sicurezza.
“Siamo particolarmente soddisfatti della decisione del Sindaco Occhiuto e della giunta comunale – ha commentato il Consigliere Francesco Spadafora – perché viene, in questo modo, onorata la memoria di un funzionario di polizia riconosciuto “martire cristiano” dalla Chiesa e, nel 1995, medaglia d’oro al merito civile e alla memoria dall’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Per il suo coraggio e per il suo impegno molte altre città italiane, da Torino ad Avellino, da Campobasso a Genova, a Milano, Bari e Modena, hanno intitolato a Palatucci alcune strade. E’ giusto che in questo elenco di città sia da oggi annoverata anche Cosenza”.



 

Autore: Giuseppe Di Donna

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

Occhiuto riceve il Premio Green City
07-11-2019 -
Il sindaco Mario Occhiuto questa mattina ad Ecomondo, a Rimini, ha ritirato il Premio per lo Sviluppo ....
27-09-2019 -
“Il cedimento improvviso, in serata, di un tratto di asfalto in una via del centro, per come è ....
Nuova strada e rotatoria via Popilia
11-09-2019 -
È stata aperta questa mattina, alla presenza del sindaco Mario Occhiuto, la strada che collega ....
Piazza Tommaso Campanella
07-04-2019 -
Martedì 9 aprile alle 17,30 alla presenza del vescovo Francesco Nolè verrà inaugurata ....
Cittą dello Sport Rendering
18-11-2018 -
“È stato pubblicato il bando di gara per il progetto della Città dello Sport di Cosenza, ....
Demolizione Ex Hotel Jolly
12-11-2018 -
“Oggi, 12 novembre 2018, è una data storica per la città di Cosenza - dichiara il ....
ex Jolly
08-11-2018 -
  Sta per iniziare la parziale demolizione dell'ex Hotel Jolly, primo passo programmato dall'Amministrazione ....
- Inizio della pagina -

Il portale del Comune di Cosenza è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Privacy - Note legali - Posta Elettronica Certificata - IBAN - Fatturazione Elettronica

Piazza dei Bruzi, 1 - 87100 Cosenza - Telefono +39.0984.8131 +39.0984.813217

Partita Iva: 00314410788 - Codice Fiscale: 00347720781

Il progetto Comune di Cosenza è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.