Comune di Cosenza

Da venerdì 6 dicembre, al Castello Svevo, la mostra d'arte contemporanea "Panem" di Angelo Aligia

Lupo
Città di Cosenza
Notizie
Home Page » Canali » Archivi » Notizie » lettura Notizie e Comunicati
.
Da venerdì 6 dicembre, al Castello Svevo, la mostra d'arte contemporanea "Panem" di Angelo Aligia
la locandina della mostra panem di angelo aligia
03-12-2019

A partire da Venerdì 6 dicembre (fino al 12 gennaio 2020), gli straordinari ambienti del Castello Svevo di Cosenza, faranno da cornice alla mostra di Angelo Aligia, Panem. L’evento espositivo, curato da Andrea Romoli Barberini sarà presentato all’inaugurazione dal giornalista Alessandro Russo.La mostra, promossa dalla Svevo s.r.l. e patrocinata dal Comune di Cosenza, propone l’articolata videoinstallazione sul tema del pane, tappa saliente della ricerca più recente di Aligia, artista che da sempre ha connotato il proprio lavoro di valori antropologici e identitari che rinviano alle culture rurali del Mezzogiorno, segnatamente quelle della propria terra d’origine, dagli esiti riconducibili nell’alveo di un recupero del primario calato in una dimensione inedita, come sospesa, tra memoria e nostalgia. La videoinstallazione Panem celebra miti, riti, antiche divinità, simboli e valori di un tempo, senza rinunciare a fugaci riferimenti alla realtà, ben più prosaica del presente, che presuppongono lo spreco alimentare e rinviano alla sostenibilità. La mostra resterà aperta fino al 12 gennaio 2020 e osserverà i seguenti orari: dal lunedi al sabato, dalle 9,30 alle 18,00. Domenica dalle 10,00 alle18,00.

[…] “Il percorso artistico di Angelo Aligia si basa su una riflessione antropologica che tende al recupero e alla rielaborazione di materiali, utensili, costumi e tradizioni che hanno assunto nel tempo il connotato culturale e identitario di particolari luoghi. Nato e residente in Calabria, Aligia ha dapprima adottato il legno di olivo, realizzando una serie di sculture in cui la definizione formale scaturisce da interventi molto misurati che tendono ad esaltare le seduzioni plastiche espresse dalla natura, rimanendo quindi distante da tentazioni di rappresentazione mimetica e anzi, prediligendo esiti d’ambito organico. Nel solco del recupero del primario, Aligia ha poi avviato una prolungata sperimentazione con la pietra calcarea calabrese e, attraverso la rielaborazione dell’antica tecnica dei muri a secco, ha realizzato una serie di opere di impatto monumentale e impianto minimalista. Sfere, cubi, tavoli e sedie gigantesche si impongono allo sguardo come enigmatiche testimonianze di epoche passate di forte suggestione. Evocative di remote ritualità, palesano la centralità dei concetti di tempo e luogo. Fedele ai contenuti della propria indagine artistica, Aligia ha affrontato anche la bidimensionalità, utilizzando con valenza pittorica, materiali quali terre, canne e, rielaborati in bronzo e applicati sui supporti, i frutti e gli alimenti del suo territorio quali cedri, fichi, pane. In queste opere trovano sovente collocazione e nuova dignità, con monumentali sottolineature dimensionali, anche gli utensili di un tempo, per il lavoro in casa e nei campi. In breve, l’opera di Angelo Aligia tende a evidenziare e salvaguardare quei particolari elementi tratti dalla natura o dalla cultura rurale. L’opera, quindi, nella ricercata semplicità delle forme che esprime, si fa testimonianza viva, unica e irripetibile, di quei valori ancestrali che l’artista intende sottrarre all’oblio”.
Andrea Romoli Barberini (tratto dal testo in catalogo Angelo Aligia)

Biografia dell’artista
Angelo Aligia è nato a Maierà (Cs) nel 1959. Giovanissimo, dotato di una spiccata inclinazione per il disegno, si dedica alla scultura, in cui trasferisce l’esigenza di un rapporto con un principio originale e antropologico, come condizione autentica vitale dell’essere umano oltre le differenze individuali e storiche. Le sue sculture precedenti gli anni Ottanta, riconducibili ad alcune esperienze dell’avanguardia storica, si sono sviluppate nel tempo in composizioni più libere e sperimentali. L’area della sua ricerca si colloca sin dagli esordi nell’ambito poetico del recupero del primario cui aggiunge una sensibilità architettonica che lo ha portato a indagare nel mondo delle forme geometriche solide regolari. Nei suoi lavori più recenti, la sua vena lirica lo ha indotto a sperimentare nel rilievo e nella pura bidimensionalità l’innato, personalissimo senso della natura. Ha preso parte a numerose mostre personali e collettive in spazi pubblici e gallerie private, in Italia e all’estero, realizzando più sculture per centri urbani. Ha esposto in numerose mostre, in Italia e all’estero, in spazi pubblici e gallerie private. Tra queste si segnalano le personali “Il canto delle pietre silenziose” (S. Ivo alla Sapienza, Roma, 2006); “In attesa del vento” (Complesso monumentale del Vittoriano, Roma, 2008); “Terra, vento, pietra” (Galleria Nazionale di Cosenza, Palazzo Arnone, Cosenza 2010). Ha preso parte alla 54° Biennale d’arte di Venezia, Padiglione Italia, Villa Genovese Zerbi (Reggio Calabria),PANEM (Ipogeo MateraSum, Matera 2019). Vive e opera a Diamante (Cs).

Castello Svevo di Cosenza; 87100 Cs.
Info: 0039.347.47.08.837; angelo.aligia@libero.it; www.angeloaligia.com

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

la mostra Van Gogh Alive
21-01-2020 -
Torna a Cosenza, da sabato 25 gennaio, “VAN GOGH Alive”, la mostra multimediale più visitata ....
museo dei brettii e degli enotri
23-12-2019 -
Domani, martedì 24 dicembre, vigilia di Natale, gli uffici comunali resteranno chiusi come nelle giornate ....
museo dei brettii e degli enotri
20-12-2019 -
Come ogni anno, anche quest'anno il Museo dei Brettii e degli Enotri non chiuderà per le festività natalizie, ....
la locandina della presentazione delle lithodigita
16-12-2019 -
Una presentazione a più voci delle cinque lithodigitali, a tiratura limitata, realizzate dal Maestro ....
Ferraina
05-12-2019 -
Il calabrese Paolo Ferraina è il più giovane fotografo a pubblicare con Editoriale Giorgio Mondadori. Il ....
la mostra più recente di VertigoArte
04-12-2019 -
Presentazione, martedì prossimo 10 dicembre, alle ore 18,00, al Museo dei Brettii e degli Enotri, del ....
locandina giornata dei musei
27-11-2019 -
Anche i Musei di Cosenza e, in particolare, i comunali Museo dei Brettii e degli Enotri e BoCs Museum ....
la mostra immersiva su pinocchio
27-11-2019 -
Cosa può esserci di meglio per i bambini e per i loro genitori che rivivere la storia di Pinocchio immergendosi ....
il Chiostro del Museo durante la proiezione dell o
07-11-2019 -
Riprendono in forma stabile al Museo dei Brettii e degli Enotri le proiezioni dell'installazione multimediale ....

Eventi correlati

Data: 13-10-2019
Luogo: Museo dei Brettii e degli Enotri
Dal 12-12-2018
al 06-01-2019
Luogo: Museo dei Brettii e degli Enotri

Immagini correlate

Grande Cardinale in piedi di Giacomo Manzù
Il lupo della Sila di Mimmo Rotella
Ettore e Andromaca di Giorgio De Chirico
San Giorgio e il Drago di Salvador Dalì
- Inizio della pagina -

Il portale del Comune di Cosenza è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Privacy - Note legali - Posta Elettronica Certificata - IBAN - Fatturazione Elettronica

Piazza dei Bruzi, 1 - 87100 Cosenza - Telefono +39.0984.8131 +39.0984.813217

Partita Iva: 00314410788 - Codice Fiscale: 00347720781

Il progetto Comune di Cosenza è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.