Comune di Cosenza

Piano strategico Cosenza Rende: una nuova "rivoluzione urbanistica" secondo l'assessore Genise

Castello Svevo
Città di Cosenza
Notizie - Archivio Comunicati Stampa
Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa
.
Piano strategico Cosenza Rende: una nuova "rivoluzione urbanistica" secondo l'assessore Genise
24-03-2009

Sono iniziati alle 17 e stanno proseguendo i lavori del Consiglio comunale dedicato al Piano strategico Cosenza-Rende. Contemporaneamente si svolgono analoghi lavori a Rende per arrivare in serata congiuntamente all'approvazione del nuovo strumento.

In apertura di seduta il Presidente Piertro Filippo ha dato notizia della costituzione del nuovo gruppo composto dai consiglieri Francesca Lopez, Cataldo Savastano e Salvatore Magnelli, Diritti-Autonomia.

Il Presidente ha dato quindi la parola sul Piano strategico all'assessore all'Urbanistica Domenico Genise:

"Il Piano strategico ha avuto un iter lungo e complesso, di circa due anni ed un percorso molto partecipato. Un ringraziamento va ai tecnici del Comune e in particolar modo all'arch. Barresi che ha profuso grande professionalità in un tema innovativo che richiede un saldo bagaglio culturale.

Non si tratta del solito Piano regolatore, non è un Piano che detta norme, ma un Piano che individua una strategia e quindi una visione, qualcosa perciò di molto più complesso da un punto di vista culturale.

La pianificazione tradizionalmente è vissuta come costrizione e la partecipazione è limitata. Con il Piano strategico si mettono, invece, al centro del dibattito urbanistico elementi innovativi proprio a partire da una forte partecipazione dei soggetti interessati, i "portatori d'interesse" che hanno un ruolo nel percorso fin dall'inizio con interviste e dibattiti. Ma la partecipazione prosegue anche nella fase della progettazione e nella gestione attraverso strumenti innovativi.

L'innovazione culturale è necessaria per mettersi al passo con i tempi, con le nuove concorrenzialità. In Calabria sono state individuate 11 aree che devono dotarsi di Piano strategico.

Il Piano impone che ci siano soggetti strategici integrati, quindi si passa alla individuazione degli "ambiti" della visione del Piano. Nel nostro caso sono quattro: territorio, welfare, economia e cultura.

In essi vengono poi individuate le linee del Piano d'Azione.

Siamo partiti individuando le aree d'eccellenza: l'Unical per l'innovazione, il centro storico di Cosenza per il patrimonio storico culturale ed ambientale. Questi sono gli elementi forti, ma gli interventi vanno oltre creando connessioni sull'intero territorio, sulle aree intermedie. Da qui la necessità di individuare progetti strategici.

La normativa del Ministero individua Cosenza e Rende come area urbana, ma il Piano non si ferma ai due Comuni. Noi conosciamo la realtà che ci circonda e che nel Piano viene tenuta in conto come "area allargata".

Al Piano strategico segue il Piano d'Azione  che definisce i progetti strategici, da cui si passa agli interventi veri e propri, molti dei quali sono corposi anche per la possibilità di legarsi al POR.

A questo Piano seguirà a breve il Piano strutturale che andrà a modificare il vecchio Piano regolatore e dovrà tenere conto in modo determinante delle indicazioni che andiamo oggi ad approvare.

Il Comune di Rende lo sta approvando in questi stessi momenti, poi il Piano andrà alla Regione  e quindi diventerà operativo.

Chiudo con una notazione storica. Negli anni '60 parlare di pianificazione in un momento di boom edilizio significava essere tacciati di voler frenare lo sviluppo. Credo che siamo in una fase di nuova rivoluzione in campo urbanistico. Allora si individuarono le leggi, oggi si avvia una fase di progettazione strategica che è innovativa e rivoluzionaria."

 

Subito dopo la parola è passata alla Dirigente del Settore Pianificazione urbanistica architetto Sabina Barresi che ha illustrato il Piano iniziando con il ringraziare l'intero Ufficio di Progetto, con i tecnici di Cosenza e Rende e la collaborazione dell'Università della Calabria, Dipartimenti di Economia e Sociologia. Ha quindi sottolineato l'importanza che è stata riservata al processo di partecipazione per delineare il Piano e per svolgerlo in ogni momento.

"Abbiamo iniziato - ha detto per spiegare il metodo di lavoro- con le interviste ai soggetti portatori d'interessi, alle popolazioni, agli studenti. Abbiamo avuto incontri e dibattiti con le categorie e con gli Enti. Si è voluto stabilire un rapporto costante con tutti, anche creando un apposito sito web che consentisse di seguire il work in progress del progetto.

Il processo di partecipazione ha permesso di stabilire che la comunità già vive questa area urbana come unica. Ci sono però discrasie nei servizi".

Una sintesi del Piano viene inviata in allegato.

Ha preso poi la parola il Presidente della Commissione Politiche Urbanistiche, Giuseppe Mazzuca: "Ieri il Piano è stato approvato in Commissione all'unanimità.  Il Piano fa di Cosenza il centro della provincia, della regione e dell'intero Mezzogiorno. Credo vada approvato a larga maggioranza in quanto non ha colore politico, ma serve a dare più visibilità alla nostra città."

 E' in corso il dibattito.

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

Il portale del Comune di Cosenza è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Privacy - Note legali - Posta Elettronica Certificata - IBAN - Fatturazione Elettronica

Piazza dei Bruzi, 1 - 87100 Cosenza - Telefono +39.0984.8131 +39.0984.813217

Partita Iva: 00314410788 - Codice Fiscale: 00347720781

Il progetto Comune di Cosenza è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it