Comune di Cosenza

Amaco: si ricompongono in commissione trasporti le incomprensioni tra l'Amministratore unico e i sindacati. Convocato un tavolo di discussione con il Sindaco Occhiuto e l'Assessore regionale ai trasporti

Teatro Rendano
Città di Cosenza
Notizie
Home Page » Canali » Archivi » Notizie » lettura Notizie e Comunicati
.
Amaco: si ricompongono in commissione trasporti le incomprensioni tra l'Amministratore unico e i sindacati. Convocato un tavolo di discussione con il Sindaco Occhiuto e l'Assessore regionale ai trasporti
la commissione trasporti con l\'Amministratore unic
09-05-2019

La Commissione trasporti di Palazzo dei Bruzi, presieduta dal consigliere comunale Gisberto Spadafora, ha ospitato questa mattina l'audizione dell'Amministratore Unico dell'Amaco Paolo Posteraro per esaminare la situazione economico-finanziaria dell'azienda di trasporto urbano, alla luce di un'esplicita richiesta di incontro da parte delle organizzazioni sindacali Filt-CGIL e Uil Trasporti che nei giorni scorsi avevano avanzato delle rivendicazioni, con riferimento ad alcune spettanze arretrate del contratto di secondo livello già maturate, ai ticket mensa e alla mensilità di aprile, poi regolarmente corrisposta dall'azienda.
Dopo l'introduzione del Presidente dell'organismo consiliare Gisberto Spadafora, l'Amministratore Unico dell'Amaco Posteraro ha tracciato il quadro economico-finanziario soffermandosi sul bilancio, lo stato patrimoniale e la situazione di cassa dell'azienda. “Con assoluta certezza – ha detto Posteraro – entro il 30 giugno approveremo il bilancio che, per la prima volta dopo tre anni in perdita, sarà in pareggio, grazie all'attività di risanamento che è stata portata avanti nel 2018 ed i cui effetti si vedranno anche nel 2019”. Con riferimento allo stato patrimoniale, Posteraro ha messo in luce come negli ultimi 12 mesi i passi avanti registrati siano stati notevoli, “anche se – ha detto - il percorso è ancora lungo. La situazione economico-finanziaria era tutt'altro che rosea – ha aggiunto - Un primo risultato si è avuto perché, avendo chiuso con un utile di esercizio, non sono stati generati ulteriori debiti. Con l'economia di esercizio – ha detto ancora Posteraro - ci siamo creati un cash flow che ha permesso di fronteggiare eventuali emergenze”. Per quanto attiene agli aspetti debitori l'Amministratore unico dell'Amaco ha inoltre evidenziato che dai 2 milioni di euro di debiti maturati nei confronti degli enti previdenziali si è scesi ad un milione e mezzo. Scesi ad un milione e mezzo anche i debiti nei confronti dell'erario. Con la “cura” Posteraro sono, inoltre, diminuiti anche i debiti nei confronti dei fornitori, passati dal milione e seicentomila euro del 2018 agli attuali un milione e 100 mila euro. Il numero uno dell'Amaco ha ostentato tranquillità, anche perché grazie alla sua “terapia d'urto” è stato scongiurato ogni rischio legato ad eventuali istanze di fallimento. “Dei crediti vantati nei confronti della Regione – ha rimarcato ancora Posteraro - l'Amaco ha incamerato nel corso dello scorso anno quanto dovuto dalla stessa Regione a titolo di rimborsi del contratto collettivo, ma la Regione deve ancora versare residui che riguardano le annualità che vanno dal 2015 al 2017 e l'intera somma accreditata per il 2018, oltre alla restituzione per gli ultimi 5 anni della quota, pari al 2,5%, trattenuta annualmente dalla Regione per verificare l'efficienza del servizio svolto”. Con riferimento ai crediti vantati nei confronti del Comune Posteraro ha poi ricordato che “l'esposizione debitoria di Palazzo dei Bruzi nei confronti di Amaco si aggira intorno ai 2 milioni di euro, ma si tratta di debiti ereditati dalle precedenti amministrazioni e che riguardano il periodo compreso tra il 2005 ed il 2011”, aggiungendo che il Comune, attualmente, sulla gestione corrente, si è messo in regola e che soltanto una fattura risulta scoperta, per un importo di 42 mila euro. Il Comune si è inoltre impegnato ad estinguere il debito entro giugno.
Quindi l'Amministratore Unico di Amaco ha spiegato la recente crisi di liquidità che ha determinato le preoccupazioni dei sindacati.
“Nel mese di aprile si è verificata una crisi di liquidità a causa di un episodio che non esito a definire disdicevole. La Regione doveva corrispondere il rimborso degli oneri dei contratti con somme che risultavano già iscritte nel bilancio regionale del 2018. Nel frattempo siamo stati invitati, sempre dalla Regione, in attesa di ricevere a stretto giro i rimborsi accreditati, ad effettuare a favore di un terzo creditore un pagamento cui non eravamo peraltro tenuti subito a fare e per il quale avremmo potuto anche valutare l'eventualità di aprire un contenzioso. La somma di 309 mila euro impiegata per questo pagamento ha fatto sì che le somme che avevamo sul conto corrente (350 mila euro) si assottigliassero in maniera considerevole determinando la temporanea crisi di liquidità. A quel punto, facendo ricorso alle risorse interne, come gli incassi da parcometri, titoli di viaggio e navetta Al Volo, abbiamo deciso, con una scelta anche criticabile, di pagare per intero lo stipendio a tutti i dipendenti ad esclusione, previa loro consultazione da parte mia, dei parametri più alti dell'azienda (circa 8 persone) presumendo una loro più ampia disponibilità finanziaria. La ratio – ha spiegato ancora Posteraro – è stata quella di non penalizzare ulteriormente chi si trovava in difficoltà perché guadagna di meno”. L'Amministratore Unico ha poi rassicurato i dipendenti e le organizzazioni sindacali sul pagamento, con lo stipendio di maggio, del premio di produttività di gennaio accreditato dai conducenti, mentre la prossima settimana sarà corrisposto il saldo alla società Cesare Pozzo (circa 13 mila euro) che non era stato possibile corrispondere semplicemente per ragioni amministrative. Assicurazioni tranquillizzanti sono state fornite anche con riferimento al versamento delle cessioni del quinto. “Per il futuro – questa l'affermazione di Posteraro – non avremo più problemi di liquidità di cassa”. I sindacalisti intervenuti, Mario Li Trenta per la Uil trasporti e Giovanni Angotti per la Filt-CGIL, pur riconoscendo la validità dell'operato dell'Amministratore Unico Posteraro, hanno ribadito la necessità della certezza e puntualità nel pagamento degli stipendi di tutti i lavoratori dell'Amaco, auspicando la ricerca di una soluzione di reciproca soddisfazione per il futuro. A questo proposito dal consigliere comunale Damiano Covelli, che ha ringraziato Paolo Posteraro per la chiarezza, è venuta la proposta di allargare il tavolo della discussione al Sindaco Mario Occhiuto e all'Assessore regionale ai trasporti Roberto Musmanno. “Le sorti dell'azienda di trasporto urbano stanno a cuore a tutti i consiglieri comunali, senza distinzione di colore politico. Oltre alla fotografia scattata da Paolo Posteraro – ha aggiunto Covelli – deve essere possibile anche un rilancio dell'azienda che deve passare necessariamente attraverso il recupero dei crediti vantati e la possibilità di fare anche degli investimenti”.
Un plauso alla gestione Posteraro è venuto anche dal consigliere comunale Carmelo Salerno che ha sottolineato le difficoltà intrinseche legate al fatto che il trasporto pubblico è strutturalmente deficitario. In particolare Salerno ha chiesto all'Amministratore unico assicurazioni circa l'aumento, in futuro, degli incassi e una incidenza positiva del Piano industriale per quanto attiene ai ricavi. Sollecitazioni alle quali Posteraro ha risposto affermativamente. In conclusione, il Presidente Gisberto Spadafora ha aggiornato la seduta di commissione rinviando ulteriori approfondimenti al tavolo tecnico che sarà costituito dall'Amministratore unico dell'Amaco ed al quale saranno invitati tanto il Sindaco Occhiuto quanto l'Assessore regionale ai trasporti Musmanno “per formulare – ha detto Spadafora - nuove proposte e nuove idee di rilancio dell'azienda di trasporti che sta a cuore alla città, all'Amministrazione e a tutto il consiglio comunale”.
 

Autore: Giuseppe Di Donna

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

Vincenzo Granata
04-10-2019 -
La problematica dell'abbandono dei rifiuti sul suolo pubblico è stata al centro di una seduta ....
maria teresa de marco
02-10-2019 -
Per contrastare il fenomeno ormai cronico del sovraffollamento nel Pronto soccorso e velocizzare la presa ....
maria teresa de marco
30-09-2019 -
“Ritengo necessario e urgente che il neoministro della Salute Roberto Speranza si rechi in Calabria ....
Il Presidente della Commissione trasporti e il Com
25-09-2019 -
La Commissione consiliare trasporti, presieduta dal Consigliere comunale Gisberto Spadafora, ha ospitato ....
un momento della commissione sanità sulla vertenza
23-09-2019 -
La Commissione consiliare sanità, presieduta dalla consigliera comunale Maria Teresa De Marco, ....
locandina prevenzione del rischio cardiovascolare
05-09-2019 -
Proseguono le attività di prevenzione promosse dalla Presidente della Commissione consiliare sanità ....
maria teresa de marco
04-07-2019 -
Decongestionare il pronto soccorso dell'Ospedale dell'Annunziata è possibile, a patto che venga ....
- Inizio della pagina -

Il portale del Comune di Cosenza è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Privacy - Note legali - Posta Elettronica Certificata - IBAN - Fatturazione Elettronica

Piazza dei Bruzi, 1 - 87100 Cosenza - Telefono +39.0984.8131 +39.0984.813217

Partita Iva: 00314410788 - Codice Fiscale: 00347720781

Il progetto Comune di Cosenza è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it